Museo Archeologico

Un viaggio che dura millenni e che ha lasciato tracce inaspettate....

Panoramica

Da 1880, il Palazzo Crocetta è stata la sede del Museo Archeologico Nazionale di Firenze: collezioni ricche e preziose, testimoni di culture ora estinte, ma che vivono nella storia degli uomini.

Una visita al museo archeologico è un viaggio, un salto ai tempi di popoli che ora non esistono più ma che rimangono fissi nella memoria degli uomini. Ogni sala offre informazione particolare al visitatore.

DA SAPERE PRIMA DI PRENOTARE

IMPORTANTE: Dopo aver completato con successo una prenotazione, riceverete due e- mails: la copia del vostro ordine (immediatamente dopo averlo fatto) e la mail di conferma (un giorno lavorativo dopo). Per poter ricevere queste due mail, vi preghiamo di accertarvi di inserire correttamente il vostro indirizzo di posta elettronica e controllare che i filtri anti-spam o antivirus non blocchino le mail dal nostro indirizzo [email protected] Attenzione speciale da parte degli utenti di AOL, Comcast e Sbcglobal.net.

I voucher saranno anche disponibili, un giorno lavorativo dopo la richiesta, alla tua dashboard.

ATTENZIONE: se l'orario richiesto è esaurito, si confermerà automaticamente l'orario disponibile più vicino a quello richiesto (qualsiasi orario), nella stessa data.

Politica di cancellazione

Una volta confermata la visita, è possibile cancellarla e rimborsare il costo dei biglietti non utilizzati meno il costo del servizio.

Museo Archeologico

Da 1880, il Palazzo Crocetta è stata la sede del Museo Archeologico Nazionale di Firenze: collezioni ricche e preziose, testimoni di culture ora estinte, ma che vivono nella storia degli uomini.

La visita al museo comincia con la sezione dedicata alle arti egizie. I resti dell\'Era paleolitica: l\'Egitto preistorico che deve essere iniziato due milioni d\'anni fa. Molti degli strumenti e utensili in mostra appartengono a questo periodo. La lunga storia della gente e cultura egiziana è raccontata da oggetti di diverse date e origine: utensili domestici, strumenti di belezza (sale 1-V). La sala XI ospita diversi strumenti relativi al rituale della mummificazione, i chiamati Vasi Canopici: contenitori per gli organi vitali del defunto ed essenziali per il corredo funerario.

A seguire ci sono gli oggetti dell\'era Protodinastica: Regni Antico, Medio e Nuovo, fino all\'era di Copta (310 a.D.).

Tra gli oggetti di culto di questa civiltà politeista, ci sono alcuni frammenti di papiro, i capitoli del Libro dei Morti: una storia della formula ed il rituale per la sopravivenza dei morti dopo la vita (sala VI), una eccezionale sfaccettatura di questo grande popolo.

La seconda sezione del museo è dedicato all\'arte etrusca: scultura funeraria ed urne in terracotta (Secoli III-IV a.C.). La mater Matuta è il resto più importante della sala IX: un\'urna funeraria con la figura di una donna con un bambino tra le braccia, simbolo di fertilità e maternità. Gli oggetti furono trovati in Chiusi, Chianciano e Volterra, e datate tra i secoli IV e VII A.C. La sezione etrusca contiene una collezione di bronzo ricca in oggetti di devozione, utensili domestici, piccoli bronzi di figure animali e umane in posizione d\'offerta (sala XIV). Per ultimo, c\'è una serie di antiche arme di bronzo (pugnali, elmi, coltelli, lance e scudi per difesa, dando protezione al cuore VII A.C.).

La terza sezione è dedicata alle ceramiche Attica: anfore funerarie, tazze geometriche e vasi del Secolo VIII A.C. Si posso ammirare vasi particolari, dipinti con la tecnica di figure nere risalente al Secolo VI A.C. (sala I): scene di vita, immagini mitologiche, gare atletiche e corse di carri e cavalli decorano la produzione del famoso pittore Attica Lydòs (560 A.C.).

Tra il 550 and 530 A.C., l\'attenzione dei ceramisti Attica si concentrò in pochi personaggi e scene drammatiche: il periodo culmina con la narrazione delle geste di eroi coraggiosi. Il famoso Hidrìa, un vaso per acqua potabile coperto da scene alle fontane, concede ancora più valore alla sala II.

Una quarta sezione ospita numerosi bronzi romani: ritratti, elmi, statue e maschere di nobili e valorosi eroi. Molto importanti i due Elogia Arretina dedicati a Quinto Fabio Massimo e Appio Claudio Cieco: due tavole marmoree che illustrano il nome, la carriera, le imprese militari e gli impegni politici del personaggio cui si riferiscono.

Una visita al museo archeologico è un viaggio, un salto ai tempi di popoli che ora non esistono più ma che rimangono fissi nella memoria degli uomini. Ogni sala offre informazione particolare al visitatore.

Noleggio audioguide

Le audioguide sono disponibili in italiano e inglese.

La durata del percorso guidato è di 1 ora circa. Il servizio prevede una selezione delle opere più importanti della Galleria; l’utente sceglie la sala desiderata e viene spiegata la selezione di opere relativa.

Riceverete un voucher di conferma (valido esclusivamente per il noleggio dell'audioguida) insieme al voucher di conferma della visita al museo. Per ritirare l'audioguida, dovrete lasciare questo voucher accompagnato da un valido documento d'identità (solo originali: passaporto, carta d'identità o patente) alla biglietteria.

In caso di smarrimento o mancata restituzione dell'apparecchio, il visitatore dovrà pagarne il costo (€ 250.00 per ogni apparecchio).

Orari di apertura

  • martedì a venerdì 8:00 – 19:00
  • lunedì, sabato e domenica 8:00 – 14:00
Luglio e agosto:
  • martedì e giovedì 8:00 – 19:00
  • lunedì, mercoledì, venerdì e sabato 8:00 – 14:00
  • da giugno ad agosto, chiuso la domenica

Aperture straordinarie:
1 maggio

Categorie di prezzo

Biglietto intero

Biglietto ridotto:

  • i cittadini dell’Unione europea di età compresa tra 18 e 25 anni (presentare documento d’identità)

Biglietto gratuito:

  • Ragazzi minori di 18 anni di qualsiasi nazionalità. I visitatori minori di anni 12 devono essere accompagnati
  • i docenti delle scuole statali italiane con incarico a tempo indeterminato (presentare idonea documentazione)
  • i docenti e gli studenti delle facoltà di architettura, di conservazione dei beni culturali , di scienze della formazione e dei corsi di laurea in lettere o materie letterarie con indirizzo archeologico o storico-artistico, delle facoltà di lettere e filosofia (gli studenti devono presentare certificato d’iscrizione all’anno accademico in corso)
  • i docenti e gli studenti delle Accademie di belle arti (gli studenti devono presentare certificato d’iscrizione all’anno accademico in corso)
  • le guide turistiche nell’esercizio della propria attività professionale (esibire una valida licenza, rilasciata dalla competente autorità)
  • gli interpreti turistici, quando occorra la loro opera a fianco della guida (esibire una valida licenza rilasciata dalla competente autorità)
  • il personale del Ministero per i Beni e le Attività culturali
  • i membri dell’ICOM (International Council of Museums)
  • Per ragioni di studio e di ricerca, attestate da istituzioni scolastiche o universitarie, da accademie, da istituti di ricerca e di cultura italiani o stranieri, da organi del Ministero per i Beni e le Attività culturali, ovvero per particolari e motivate esigenze, i capi degli istituti possono consentire ai soggetti che ne facciano richiesta l’ingresso gratuito per periodi determinati

Ingresso gratuito la prima Domenica di ogni mese.

In occasione della Giornata internazionale della donna, l’8 marzo 2017 sarà consentito alle donne l’ingresso gratuito nei musei e nei luoghi della cultura statali.

Scuole:
ingresso gratuito; la prenotazione deve essere effettuata direttamente al museo.

Il costo del servizio ed il costo dell'eventuale mostra saranno dovuti anche per riduzioni, gratuità e giornate di gratuità. Preghiamo notare che all'ingresso del museo verrà richiesto un documento d'identità che giustifichi il motivo della riduzione.

Dettaglio Prezzi

Orari

Share this Service