Palazzo Barberini: Galleria di Arte Antica

Palazzo Barberini: Galleria di Arte Antica

Dopo oltre sessant’anni, apre le porte Palazzo Barberini: 34 sale e una collezione permanente di circa 500 opere,

Un gioiello nascosto per mezzo secolo

Palazzo Barberini
Via delle Quattro Fontane, 13 - 00186 Roma

Dopo oltre sessant’anni, apre le porte Palazzo Barberini, per mostrare la ritrovata magnificenza di reggia barocca e i tesori della Galleria Nazionale d’Arte Antica. 34 sale e una collezione permanente di circa 500 opere, come quelle di grandi maestri della pittura italiana e straniera fra cui Raffaello e Caravaggio, e le opere del Settecento che per motivi di spazio giacevano nei depositi del museo: capolavori di Batoni, Mengs, van Wittel, Canaletto e Carriera, finalmente esposti al pubblico. Un percorso che termina con la splendida sala delle colonne, con la grande fontana di Bacco e i cui decori naturalistici sembrano riflettere i giardini adiacenti; un gioiello nascosto per mezzo secolo dal Circolo Ufficiali, che l’aveva destinato alle cucine e a deposito di derrate, e ora riscoperto con un raffinato restauro da Laura Cherubini.

Orari d'apertura:

Aperto dal martedì alla domenica dalle 8.30 alle 19.00. La biglietteria chiude un'ora prima.
Giorni di chiusura: lunedì, 25 Dicembre, 1 Gennaio.
* La prevendita dei biglietti per le domeniche e i giorni festivi non è disponibile poichè a causa della carenza di personale, potrebbe verificarsi la necessità della chiusura di alcune sale della Galleria Nazionale di Arte Antica di Palazzo Barberini. Nell'assicurare che si sta facendo il possibile per garantire il regolare servizio al pubblico, questa Direzione si scusa per il disagio arrecato.

Accessibilità:

Il museo è dotato di ascensore e rampa di accesso

Il museo è dotato di ascensore e rampa di accesso.

La prenotazione deve essere richiesta con almeno 1 giorno lavorativo di anticipo.

Risparmia tempo nell'ordinare! Aggiungi al tuo basket tutti i biglietti che vuoi, poi riempi il modulo d'ordine e invia la richiesta.

Prima di effettuare l'ordine leggi le Informazioni sull'ordine.

IMPORTANTE: Dopo aver completato con successo una prenotazione, riceverete due e- mails: la copia del vostro ordine (immediatamente dopo averlo fatto) e la mail di conferma (un giorno lavorativo dopo). Per poter ricevere queste due mail, vi preghiamo di accertarvi di inserire correttamente il vostro indirizzo di posta elettronica e controllare che i filtri anti-spam o antivirus non blocchino le mail dal nostro indirizzo [email protected] . Attenzione speciale da parte degli utenti di AOL.

ATTENZIONE: se l'orario richiesto è esaurito, il museo confermerà automaticamente l'orario disponibile più vicino a quello richiesto, nella stessa data.

Politica di cancellazione:

  • Nessuna penale per cancellazioni o cambi comunicati entro le 24 ore dalla prenotazione
  • Per cancellazioni o cambi richiesti entro 3 giorni dalla data prevista della visita, è addebitato a titolo di penale il costo del servizio
  • Non sono ammesse cancellazioni o cambi a partire da 3 giorni dalla data prevista della visita; non è possibile alcun rimborso di biglietto, servizio o servizi accessori quali guide o auricolari.

Qualsiasi cambio è soggetto a riconferma secondo disponibilità.

Come arrivare:

  • Bus: 52-53-56-58-60-61-95-116-175-492-590
  • Metropolitana Linea A: Barberini

Il museo, che occupa quasi interamente il primo piano del palazzo, raccoglie opere di grandi maestri della pittura italiana e straniera, dal XIII al XVIII secolo, fra cui Raffaello e Caravaggio.

Il secondo piano ospita una raccolta di dipinti del settecento.

I Barberini avevano già cominciato ad alienare le loro collezioni nel Settecento con le vendite dell'ultima discendente, Cornelia Costanza, sposata a Giulio Cesare Colonna di Sciarra. Le liti ereditarie dei figli che si dovettero dividere le primogeniture Colonna e Barberini, portarono ad una divisione delle collezioni fra i due rami della famiglia, con un accordo stipulato a Parigi nel 1811.

Solo nel 1934 si arrivò alla definitiva dispersione delle collezioni, con l'avallo dello Stato, che, con una specifica legge, permise la vendita delle opere fidecommissarie in cambio di un piccolo nucleo in proprietà, rinunciando alla tutela di una delle più importanti collezioni fidecommissarie romane.
Nel 1984 si arrivò ad una migliore definizione dell'ordinamento riportandolo nella sua sede storica originaria la collezione Corsini, e portando tutte le opere di provenienza da acquisti o da collezioni prive della loro sede storica nel palazzo Barberini. L'intento era di creare in questa sede, quando fosse stato possibile, una Galleria Nazionale nel vero senso del termine, ordinata cronologicamente ma con la possibilità di inserire nel percorso acquisti e integrazioni, differente quindi come concezione dalla struttura definita dalle collezioni storiche del panorama romano, viceversa di impianto molto più vicino ai grandi musei stranieri e dotata come questi di tutti i più moderni servizi.

Nel complesso la collezione è ricchissima di capolavori, soprattutto dei secoli XVI e XVII. Non è rappresentato in modo completo il secolo XV, dove però spicca il fondamentale dipinto di Filippo Lippi con la Madonna in trono con Bambino, datato 1437, in deposito da Corneto Tarquinia. Più consistenti le collezioni del XVI secolo, fra le quali spicca per notorietà la Fornarina di Raffaello, oltre a dipinti di Andrea del Sarto, del Beccafumi, del Sodoma, del Bronzino, ad opere del Lotto, del Tintoretto, di Tiziano ed El Greco, fino ad opere bolognesi, per arrivare alla fine del secolo con la splendida Giuditta che taglia la testa ad Oloferne del Caravaggio e al grande Seicento con opere di Reni, Domenichino, Guercino, Lanfranco, Bernini, Poussin, Pietro da Cortona, Gaulli, Maratta. Molto ben rappresentata è anche la pittura del Settecento. Si articola in nuclei per scuole che danno un panorama completo e molto omogeneo per qualità, della pittura italiana del periodo, con in più un raro nucleo di dipinti francesi del Settecento.

Biglietti:

Intero

Ridotto:

  • Cittadini dell'Unione Europea tra 18 e 25 anni
  • Insegnanti di ruolo nelle scuole statali

Gratuito:

  • cittadini dell'Unione Europea minori di 18anni
  • scolaresche e insegnanti accompagnatori
  • studenti e docenti di Architettura, Lettere (indirizzo archeologico o storico-artistico), Conservazione dei Beni Culturali e Scienze della Formazione, Accademie di Belle Arti
  • dipendenti del Ministero per i Beni e le Attività Culturali
  • membri ICOM
  • guide ed interpreti turistici in servizio
  • giornalisti con tesserino dell'ordine
  • gruppi scolastici con accompagnatore, previa prenotazione
  • portatori di handicap con accompagnatore

Ingresso gratuito la prima Domenica di ogni mese

ATTENZIONE: L'ingresso al sito prenotato è vietato senza la presentazione del voucher o biglietto. La presentazione della copia dell'ordine non dà diritto all'ingresso. Non sono previste eccezioni a questa regola.
Organizzazione Tecnica TicketOne Sistemi Culturali Srl Provided by TicketOne Sistemi Culturali Srl
Egitto a Roma
roma
Da € 56.00
Roma Cristiana
roma
Da € 52.01
Roma Classica
roma
Da € 41.00
Prenota
Da 5.00€
Progetto Domus Aurea
roma
Da € 4.00