Museo Casa Martelli

Panoramica

Museo Casa Martelli,
Via Zannetti n. 8, 50122 Firenze.

Visite al Museo Casa Martelli, accompagnati per Assistenti Tecnici Museali; non è pertanto possibile portare la propria guida che effettui una spiegazion.

La prenotazione deve essere richiesta con almeno 1 giorno lavorativo di anticipo.

Massimo 20 persone per gruppo.

ATTENZIONE: Per questa visita, il voucher di conferma va presentato precedentemente alle Cappelle Medicee in orario d'apertura (9:00 - 12:30, ANCHE PER LE VISITE PRENOTATE NEL POMERIGGIO) per il ritiro di un modulo per la visita, da esibire presso Casa Martelli 15 minuti prima dell'orario confermato per la visita.

Disponibili:

giovedì alle 14:00, 15:30 e 17:00; sabato alle 09:00, 10:30 e 12:00

Risparmia tempo nell'ordinare! Aggiungi al tuo basket tutti i biglietti che vuoi, poi riempi il modulo d'ordine e invia la richiesta.

Prima di effettuare l'ordine leggi le Informazioni sull'ordine.

IMPORTANTE:Dopo aver completato con successo una prenotazione, riceverete due e- mails: la copia del vostro ordine (immediatamente dopo averlo fatto) e la mail di conferma (un giorno lavorativo dopo). Per poter ricevere queste due mail, vi preghiamo di accertarvi di inserire correttamente il vostro indirizzo di posta elettronica e controllare che i filtri anti-spam o antivirus non blocchino le mail dal nostro indirizzo [email protected] . Attenzione speciale da parte degli utenti di AOL.

ATTENZIONE: se l'orario richiesto è esaurito, il museo confermerà automaticamente l'orario disponibile più vicino a quello richiesto, nella stessa data.

Politica di cancellazione:
Per cancellazioni ricevute una volta assegnato il codice di conferma, e per no show, non è possibile cancellare o rimborsare

Museo Casa Martelli

Il Palazzo è un interessante esempio di dimora signorile del Settecento e del gusto collezionistico dei suoi proprietari.

A partire dal 1738 vecchie case della famiglia Martelli furono trasformate nelle attuali forme per volontà di Niccolò e Giuseppe Maria Martelli dall'architetto Bernardino Ciurini, con i contributi dei pittori Vincenzo Meucci, Bernardo Minozzi e Niccolò Contestabile e dello stuccatore Giovan Martino Portogalli.

Attraverso le stanze ristrutturate secondo il gusto dell'epoca, si venne a creare un percorso circolare per rendere più godibile ai visitatori la ricca collezione di famiglia.


Questa, ancora oggi conservata nel palazzo, rappresenta l'ultimo esempio fiorentino di raccolta privata costituita fra Sei e Settecento, insieme a quella dei principi Corsini. La quadreria comprende capolavori di Piero di Cosimo, Beccafumi, Salvator Rosa, Luca Giordano e di pittori nordici del secolo XVII.

Nel 1999 la raccolta e il suo storico "contenitore " furono acquisiti dallo Stato.

Dettaglio Prezzi

Orari

Leggi tutto

Share this Service