Palazzo Vecchio: Invito al Palazzo dei Priori

La vita del Rinascimento riprende a scorrere fra le pareti dove ha avuto luogo.

Panoramica

  • Lingue: italiano, inglese, francese
  • per chi: per tutti a partire dagli 8 anni di età. Particolarmente consigliato per il pubblico delle famiglie.
  • durata: un'ora e trenta minuti
  • numero massimo dei partecipanti: 25 persone
  • quando: su richiesta il lunedì
  • orari: 11,30-15,00

Palazzo dei Priori

Progettato e realizzato da Arnolfo di Cambio per ospitare i Priori delle Arti e il Gonfaloniere di Giustizia - cioè il supremo corpo di governo della città - l’edificio, dall’aspetto corrusco, rivestito di massiccio bugnato, coronato da un camminamento merlato e sovrastato dalla possente torre di 95 metri di altezza, viene iniziato sul finire del ‘200 ed è terminato nel 1315.

Nella seconda metà del Cinquecento, l’interno del Palazzo viene completamente modificato per volere di Cosimo I de’ Medici che vi ha stabilito la sede della corte ducale. Oggi, dunque, Palazzo Vecchio mostra due volti: è il Palazzo dei Priori nella facciata su piazza della Signoria, è la Reggia del Duca Cosimo I negli ambienti interni.

Tuttavia, a ben guardare, i segni e le tracce del passato medievale si ritrovano ancora, anche fra i fasti delle decorazioni cinquecentesche, mentre con il supporto di un ricco corredo iconografico multimediale è possibile indagare la vita della Firenze del XIV secolo, il cui volto si mostra, con particolare evidenza, nell’incontro con un Priore delle Arti, colto in un momento drammatico della città, durante una delle disastrose alluvioni causate dall’Arno, il famoso diluvio del 1333.

Dettaglio Prezzi

Orari

Share this Service