COMPARA IL TUO ITINERARIO

Italia su misura

Scoprite i nostri itinerari su misura anche nelle altre principali mete italiane! Organizzate la vacanza seguendo le vostre esigenze: abbiamo studiato una serie di itinerari, consigli e proposte per utilizzare al meglio il vostro tempo, evitare brutte sorprese e conoscere il meglio dell'Italia più bella. Ogni meta ha i suoi segreti da scoprire, lasciatevi guidare dalla nostra esperienza per ottimizzare la vostra visita. Entrate nelle sezioni dedicate in ogni città, confrontate il vostro programma e scegliete le opzioni che fanno per voi: la vostra vacanza sarà più ricca e completa!

GIORNO 1 - PRIMO CONTATTO: DUOMO E BASILICHE

Sbarcati a Firenze, tuffatevi per un primo giro nel centro storico, ammirando subito uno dei suoi simboli: il Duomo di Santa Maria del Fiore. E' una delle più belle cattedrali d'Italia, imponente con i suoi 153 metri di lunghezza e con i colori della facciata al massimo splendore, da poco ripulita. Non fermatevi solo per la classica foto! Tutto il complesso del Duomo merita di esser conosciuto, e visto che gli ingressi chiudono intorno alle 19, anche se siete arrivati nel pomeriggio assaggiate subito la bellezza di Firenze.

L'interno del Duomo non richiede un biglietto, ma è relativamente “spoglio”, eccetto gli affreschi della straordinaria Cupola del Brunelleschi, che dovete assolutamente visitare. Vasari vi dipinse uno spettacolare Giudizio Universale, che con i suoi 3600 m2 è il più grande affresco al mondo, come la struttura, la più grande cupola a mattoni mai costruita! Prenotate la sua visita, godrete anche di un panorama magnifico! Così come dalla Visita guidata alle Terrazze del Duomo, esperienza mozzafiato. Altro panorama da non perdere è quello dal Campanile di Giotto (considerato il più bello d'Italia) a fianco della facciata. Suggestiva è la visita al Battistero, con la cupola in mosaico dorato e le magnifiche porte in bronzo. Consigliamo anche l'ingresso al Museo dell'Opera del Duomo, ricco di cimeli antichi e opere d'arte (Michelangelo).

Terminata la visita, prendete via Roma in direzione Piazza della Repubblica: trovate due storici caffè (Gilli, premiato tra i migliori 10 d'Italia, e Paszkowski), mentre le vie intorno sono dedicate allo Shopping di qualità, con alcune delle più importanti griffe italiane, nei pressi di Palazzo Strozzi. Perdetevi tra le vetrine proseguendo fino a via Tornabuoni, che termina al palazzo di Ferragamo, all'angolo del fiume Arno. Affacciatevi sul ponte Santa Trinità, il Ponte Vecchio è davanti a voi!

Impossibile resistere allo Shopping in questa parte del centro. Fatevi guidare da esperti Personal Shopper con lo Shopping Tour, eviterete brutte sorprese! Cosa acquistare? Cuoio e pelle, ceramica, oro, abbigliamento alla moda, olio e il vino Chianti. Difficile consigliare un negozio; piuttosto da Via Tornabuoni prendete via Porta Rossa, passando per Piazza della Signoria, via dei Gondi e Borgo dei Greci. E' una camminata di circa 15 minuti, per storiche vie (con antiche dimore, come Palazzo Davanzati) in cui troverete molti negozi tipici. Su via Porta Rossa, fate una breve sosta all'angolo con via Pellicceria: sulla destra c'è il bellissimo Palagio di Parte Guelfa, e alcuni bar con tavoli all'aperto per dissetarvi. Continuate fino a Piazza Santa Croce, dominata dalla Basilica. La facciata in marmo racchiude una delle più belle chiese al mondo, assolutamente da visitare. Conosciuta come il Tempio delle Glorie Italiane, è il luogo di sepoltura di personalità come Michelangelo, Galileo e Rossini. Le cappelle sono affrescate da autentici capolavori, oltre ai chiostri e alla Cappella dei Pazzi. Per l'intero complesso, dedicate oltre un'ora, non ve ne pentirete.

Alcune alternative: per gustare delizie tipiche, prenotate per le 17 la Degustazione di vino, formaggi e olio: il sommelier vi proporrà assaggi di vini eccellenti con i migliori sapori della campagna. E se per il primo contatto con Firenze preferite essere guidati, un'ottima alternativa è il veloce ed economico Tour Walk & Talk: una camminata mattutina (partenza alle 10) che in sole due ore vi farà scoprire l'evoluzione storica e architettonica della città, incluse gustose degustazioni. Ammirerete scorci splendidi del centro, che girovagando da soli vi sarebbero sfuggiti. Il centro di Firenze non è molto grande, ideale da girare a piedi. Se proprio non volete camminare tanto, ci sono i minubus elettrici con 3 linee: C1, C2 e D, che attraversano il centro; i biglietti si acquistano da tabaccherie e giornalai.

L'ideale conclusione della giornata è una cena tradizionale: Bistecca alla Fiorentina, cacciagione, minestre “povere” (Pappa al Pomodoro e Ribollita, una zuppa di pane e verdure), insieme a formaggi e vino rosso. Usciti su Piazza Santa Croce, consigliamo il Ristorante del Fagioli (Corso Tintori 47r): tradizionale con ambiente casalingo. Se non siete ancora stanchi, prendete l'autobus n.12 o 13, fino al Piazzale Michelangelo (solo 5 minuti dal centro città). E' la terrazza panoramica più bella della città. Se arrivate al Piazzale di giorno, salite ancora per 150 metri fino alla bella Chiesa di San Miniato a Monte: la vista è ancor più maestosa!

GIORNO 2 - MUSEI TOP: GALLERIA DEGLI UFFIZI E DELL'ACCADEMIA

Dopo il primo assaggio, al secondo giorno non potete non tuffarvi nel cuore artistico rinascimentale di Firenze visitando la Galleria degli Uffizi, la più importante pinacoteca italiana. Arrivati a Piazza della Signoria, ammirate la facciata in pietra di Palazzo Vecchio e sulla destra la Loggia dei Lanzi con le sue statue. Proseguendo pochi metri si arriva in una piazza lunga e stretta, circondata da un regolare colonnato. Vi trovate in mezzo alla più grande raccolta al mondo di opere del tardo medioevo e primo rinascimento, gli Uffizi.

La visita al museo richiede almeno 2 ore e mezza data l'importanza delle opere esposte. Gli ingressi sono a scaglioni per consentire un afflusso regolare, e questo implica una coda continua. Diventa indispensabile prenotare l'ingresso per non perdere un'intera giornata in fila e non sprecare il vostro tempo! Potrete scegliere l'orario preferito per la vostra visita, che potrete arricchire da subito con la audioguida, attraverso cui essere condotti all'interno delle oltre 60 sale (più esposizioni temporanee). Inestimabile in valore del percorso, con capolavori di Giotto, Botticelli con la sua Primavera e la nascita di Venere, Michelangelo, Donatello, Raffaello... l'elenco è infinito! Per non perdere i capolavori del museo, prenotate una visita guidata!

Oltre agli Uffizi, imperdibile è il David di Michelangelo, altro simbolo della città. La statua troneggia nella Galleria dell'Accademia, l'altro museo che non può mancare nel vostro primo soggiorno a Firenze. Anche la visita all'Accademia è richiestissima e la fila costante. Prenotate l'ingresso all'Accademia, ma vi consigliamo la conveniente formula “combo” per visitare lo stesso giorno i due musei risparmiando sul costo del servizio, uno di mattina l'altro di pomeriggio. Il percorso dell'Accademia è più breve: un'ora è sufficiente, ma potete approfondirlo con la visita guidata.

Per un'esperienza più profonda, scegliete il tour gli Uffizi e il Corridoio Vasariano. La famiglia Medici, che governava Firenze, diede al Vasari il compito di progettare un passaggio sicuro per passare da Palazzo Vecchio (sede del governo) a Palazzo Pitti (loro residenza). L'architetto creò un percorso che attraversa gli Uffizi, palazzi storici e il Ponte Vecchio, fino a Palazzo Pitti e al giardino di Boboli. E' un tour esclusivo, di circa 3 ore, che vi farà scoprire gli Uffizi e le altre opere pregiate che arricchiscono il cammino, ammirando scorci spettacolari di Firenze da una prospettiva segreta. Non perdete questo tour! Visitate l'Accademia alla mattina, e quindi il tour Galleria degli Uffizi e Corridoio Vasariano alle 15.30.

Il completamento ideale della giornata è una camminata per passare dagli Uffizi all'Accademia! Partendo da Piazza della Signoria, visitate a pochi passi il pittoresco mercatino del “Porcellino”, un cinghiale in bronzo: la leggenda dice di mettere una monetina in bocca all'animale, se cadrà nella buca tornerete a Firenze! Tornando su via dei Calzaiuoli, dopo 30 metri trovate sulla sinistra Orsanmichele: è un antico granaio, consacrato chiesa, ove si tengono concerti di musica classica. Girate intorno all'isolato per vedere lo stupendo Palazzo dell'Arte della Lana, delle più antiche torri di Firenze. Continuate verso il Duomo. Per rinfrescarvi con un gelato eccellente, sulla destra del Campanile prendete l'omonima via, all'angolo trovate Grom: gelato artigianale con produzione antica e ingredienti di prima qualità. Girate intorno al Duomo per ammirarne le forme, prendete via Ricasoli (sulla destra, ammirate il bel Palazzo Gerini al n.42), in meno di 500 metri arrivate all'Accademia, il David vi aspetta!

Dopo tanta arte è tempo per la cena. Per un'esperienza intrigante, vi proponiamo il Tour del Goloso: un'ora e mezza di soste golose tra panini tipici, salumi, formaggi, vino, cantucci e vinsanto. Per una serata speciale, provate la Cena e concerto nel cuore di Firenze: vi sarà servito un menù tradizionale in un'antica cantina del 1200, e dopo a due passi, immersi nell'acustica perfetta di un chiesa Anglicana, assisterete ad un'esibizione di alcuni tenori e/o soprani con le più belle arie d’Opera di Puccini, Verdi, Rossini ed altri autori. Cercate un'esperienza culinaria top? Il Cibreo (via de' Macci 122) dello Chef Picchi fa per voi. Altrimenti in via Ghibellina c'è Enoteca Pinchiorri, uno dei ristoranti più premiati (e costosi...), con la migliore cantina d'Italia.

GIORNO 3 - LA GRANDEZZA DEI MEDICI E LA FIRENZE POPOLARE

Di prima mattina è il momento ideale per ammirare il centro non invaso dai turisti: uscite alle 8, unitevi al rito italiano della pasticceria appena sfornata con un cremoso cappuccino! Se ancora non avete visitato Uffizi o Accademia, non perdeteli nel vostro ultimo giorno! Altrimenti approfondite la grandezza della famiglia Medici e l'incredibile spinta socio-culturale delle opere da loro commissionate.

La visita inizia dalla Chiesa di San Lorenzo, oggetto nei secoli di ampliamenti a cui presero parte Brunelleschi e Michelangelo. Quest'ultimo progettò la facciata, che però non fu mai completata per problemi finanziari. La chiesa, splendidamente decorata, ospita opere di grande valore tra cui due pulpiti di Donatello. Assolutamente da non perdere la visita alle Cappelle Medicee, luogo di sepoltura della famiglia Medici, costruite nell'area posteriore del complesso, per le quali consigliamo di prenotare l'ingresso essendo tra i musei più affollati. La visita richiede poco meno di un ora e comprende la Sagrestia nuova di Michelangelo e la Cappella dei Principi, sfarzosamente decorata con opere del maestro e altri artisti. L'audioguida, che vi illustrerà la magnificenza del complesso.

Usciti dalle Cappelle, vi trovate nell'area del Mercato, ideale per piccoli ricordi. Per un pranzo veloce, ecco le focacce ripiene del forno Canapa (via dell'Ariento 21/r, attivo da quasi 100 anni), che trovate sulla sinistra dietro alle bancarelle. Per assaggiare la Firenze popolare, entrate nel mercato coperto, riconoscibile per struttura in ferro rosso. All'interno è un'esplosione di colori, sapori e folklore. Sarà gustoso ed economico, come “Da Nerbone”: attivo dal 1872, offre delizie per palati forti come il panino con il lampredotto (provatelo!); ottima anche la trippa, meglio se gustata con un vino sui tavolini in marmo di fronte al bancone, ammirando il colorito via vai della gente di Firenze.

Per il pomeriggio ci spostiamo nell'Oltrarno per visitare il complesso di Palazzo Pitti ed i suoi giardini, che fu maestosa dimora dei Medici prima, dei Lorena poi, fino a residenza del Re d'Italia. Per raggiungere Palazzo Pitti vi proponiamo un itinerario a piedi, di una mezz'ora circa, per attraversare alcune vie pittoresche del centro (se volete spostarvi più velocemente, provate il divertente Segway!).

Dalla chiesa di San Lorenzo, andiamo in piazza del Duomo prendendo a sinistra, e dal retro della Cattedrale a destra in via del Proconsolo. In circa 300 metri sarete davanti all'imponente palazzo che ospita il Museo del Bargello, ricco di statue splendide come il David di Donatello (merita una visita, ma almeno affacciatevi per scorgere la scalinata interna!). Proseguite girando a destra per via della Condotta (provate i panini de “Il Cernacchino” al n.38r, è anche ristorante molto casalingo!), fino all'angolo con via Calimera, poi tutto dritto per 400 metri fino al Ponte Vecchio. Oggi luccica per l'oro delle gioiellerie, ma un tempo era sede dei macellai! Si costeggia quindi il percorso del Corridoio Vasariano in via De Guicciardini fino a Piazza Pitti su cui si affaccia il Palazzo.

Palazzo Pitti offre vari itinerari di visita. Il principale è la Galleria Palatina e gli Appartamenti Reali, così come erano a fine '800: la pinacoteca raccoglie opere di Caravaggio, Rubens, Tiziano e i dipinti più noti di Raffaello, prenotate l'ingresso! Se non avete visitato il Giardino di Boboli con il tour del Corridoio Vasariano, non perdete il più bel giardino all'italiana di Firenze, adagiato sul pendio retrostante al palazzo, con statue, giochi d'acqua e viste meravigliose. Il biglietto consente l'ingresso anche alla Galleria del Costume, al Museo dell'Argento e al Museo delle Carrozze. Se amate il verde, deviate sul Giardino Bardini, distante circa 300 metri da Boboli: l'incredibile scalinata barocca che culmina con un piccolo belvedere vi lascerà senza fiato!

Usciti da Pitti, per la cena entrate in via dei Velluti e poi sulla destra in via Toscanella, fino a piazza della Passera (200 metri in tutto): trovate alcune osterie con tavoli in legno: sono le migliori! Se amate la pizza, ecco Gustapizza (da piazza Pitti in due minuti per la via Sdrucciolo de' Pitti): una delle migliori pizze di Firenze!