Visita della Biblioteca e Pinacoteca Ambrosiana con i disegni del Codice Atlantico

Visita della Biblioteca e Pinacoteca Ambrosiana con i disegni del Codice Atlantico

Un tour esclusivo alla scoperta di un patrimonio artistico di sconfinato valore

Scopri La più grande eredità del maestro Leonardo

Veneranda Biblioteca Ambrosiana
Piazza Pio Xi, 2, Milano

Opere in mostra:

  • Canestra di frutta, Caravaggio
  • La Madonna del Padiglione, Botticelli
  • L'adorazione dei magi, Tiziano
  • La Sacra famiglia di Bernardino Luini
  • Il cartone della Scuola di Atene di Raffaello
  • Il Musico di Leonardo da Vinci
  • Il ritratto di dama di Giovanni Ambrogio De Predis
  • Il Fuoco e l'Acqua di Bruegel
  • la prima copia ufficiale del Cenacolo Vinciano firmata Vespino (del 1625)
  • Mostra dei fogli del Codice Atlantico di Leonardo da Vinci

Da martedì a domenica, dalle 10:00 alle 18:00

La visita dura circa 1 ora

Milano simbolo del rinascimento

Milano meravigliosa e sconosciuta che, con i Visconti, gli Sforza e Ludovico il Moro, diventa centro di cultura e arte nel XV secolo. Milano capitale europea dell'arte rinascimentale, frequentata da artisti d'eccezione come il Bramante e Leonardo da Vinci .

Bramante e Leonardo insieme a Milano


Un incontro dimenticato e ancora oggi poco conosciuto che la Veneranda Biblioteca Ambrosiana vuole riproporre con un triplice obiettivo: celebrare il bello; riappropriarsi di una memoria storica che rischia di andare perduta; svelare capolavori sconosciuti al grande pubblico come il Codice Atlantico di Leonardo e la Sacrestia di Santa Maria delle Grazie del Bramante.

La Veneranda Biblioteca Ambrosiana e la Fondazione Cardinale Federico Borromeo, di comune accordo con i Frati Domenicani di Santa Maria delle Grazie, a partire da settembre, esporranno alcuni fogli del Codice Atlantico di Leonardo da Vinci, nella monumentale e suggestiva Sacrestia del Bramante.

Ciò consentirà alla folla di visitatori, che ogni anno visita il Cenacolo vinciano, di ammirare anche i disegni del grande maestro e di rendere maggiormente nota la stupenda collezione pittorica e libraria dell'Ambrosiana.

La Biblioteca, Pinacoteca e Accademia Ambrosiana: un luogo accogliente per chi ama il bello e ricerca il vero, animato da una volontà buona

La biblioteca
Ricca di quasi 700.000 stampati (tra cui migliaia di incunaboli e cinquecentine), 15.000 manoscritti (tra cui oltre al celeberrimo Codice Atlantico contiamo due tra i dieci manoscritti più importanti a livello mondiale) in italiano, latino, greco, arabo, siriaco, etiopico (e non solo), 12.000 disegni (di Raffaello, Pisanello, Leonardo…) e altre rarità (mappe antiche, manoscritti musicali, pergamene e papiri), la biblioteca si presenta come una delle più importanti a livello mondiale.

La pinacoteca
Costituita nel suo nucleo originario dalla donazione del 1618 comprendente le opere d’arte collezionate con passione e liberalità dal Cardinal Federico, la pinacoteca nacque con lo scopo di servire alla formazione dei giovani artisti per i quali lo stesso Borromeo prepara-va una Accademia di pittura, scultura e architettura. Ma la composizione della raccolta, comprendente circa metà delle opere a soggetto religioso insieme ad altre di tematica naturalistica, rivela come l’intento del fondatore avesse di mira un pubblico assai più ampio e uno scopo assai più diffuso e impegnativo allo stesso tempo: la coltivazione e l’accrescimento del gusto per il bello, considerato come una categoria fondamentale per la crescita umana e cristiana del popolo milanese.

La Nuova Aula Leonardi
Il percorso espositivo della Pinacoteca Ambrosiana si arricchisce di una nuova sala interamente dedicata a Leonardo. Nell’attuale sala che ospita l’affresco del Luini, che per l’occasione è stato restaurato dalla Prof.ssa Pinin Brambilla, celebre restauratrice del Cenacolo di Leonardo, sono mostrati al pubblico il "Musico" di Leonardo e i principali dipinti di autori leonardeschi presenti in Ambrosiana.

Il Codice Atlantico: Aria, Acqua, Terra, Fuoco, Una storia in movimento

È la più ampia e stupefacente collezione di fogli leonardeschi. Il nome deriva dal suo grande formato, tipico di un atlante (mm 650×440). Fu allestito nel tardo Cinquecento dallo scultore Pompeo Leoni, che raccolse in un solo grande volume di 402 fogli più di 1700 scritti e disegni vinciani. Nel 1637 fu donato alla Biblioteca Ambrosiana insieme ad altri 11 manoscritti leonardeschi. Sottratto da Napoleone e portato a Parigi, fece poi ritorno alla originaria sede milanese per non muoversi più.

Il materiale raccolto abbraccia l'intera vita intellettuale di Leonardo per un periodo di oltre quarant'anni, dal 1478 al 1519:

  • Contributi alla meccanica, matematica, astronomia, botanica, geografia fisica, chimica e architettura.
  • Disegni di ordigni da guerra, macchine per scendere sul fondo del mare o per volare, utensili e progetti architettonici e urbanistici.
  • Aspetti teorici e pratici di pittura, scultura, ottica e prospettiva.
  • Apologhi, favole e meditazioni filosofiche.

Biglietti a prezzo intero

Biglietti a prezzo ridotto:

  • minori di 18 anni e maggiorni di 65
  • beneficiari di convenzioni in atto
  • studenti universitari muniti di tesserino universitario
  • Sconto Famiglia: alle/ai ragazze/i fino a 14 anni (compiuti) accompagnate/i da almeno un adulto pagante, si offre l'ingresso gratuito alla mostra Codex Atlanticus, in entrambe le sedi della Sacrestia del Bramante e della Biblioteca-Pinacoteca Ambrosiana.(Massimo 5 ragazzi per adulto)

È consentito l'accesso gratuito con biglietto omaggio da ritirare solo presso le biglietterie delle sedi espositive alle seguenti categorie di persone:

  • Guide turistiche autorizzate e munite di regolare tesserino comunale o regionale in corso di validità quando accompagnano un gruppo o previa richiesta alla Direzione per motivi professionali;
  • Giornalisti e/o cine-foto-video-operatori; per motivi professionali e dietro compilazione di apposito modulo presso le biglietterie;
  • Insegnanti che accompagnano classi di studenti della scuola primaria e secondaria in visita di studio, fino a un massimo di uno ogni dieci alunni. Si applica unicamente ai gruppi scolastici prenotati. È inoltre necessario presentare un elenco degli alunni partecipanti alla visita e riportante il numero del/dei Docente/i accompagnatore/i su carta intestata della Scuola;
  • Studiosi o ricercatori che entrano in Pinacoteca per motivi di carattere scientifico, solo se accompagnati e/o autorizzati dalla Direzione;
  • Soprintendenti o loro funzionari, per motivi di servizio previa segnalazione ed autorizzazione della Direzione;
  • Pubblici ufficiali, solo per motivi di servizio previa segnalazione e autorizzazione della Direzione.

ATTENZIONE: L'ingresso al sito prenotato è vietato senza la presentazione del voucher o biglietto. La presentazione della copia dell'ordine non dà diritto all'ingresso. Non sono previste eccezioni a questa regola.
Organizzazione Tecnica Veneranda Biblioteca Ambrosiana Provided by Veneranda Biblioteca Ambrosiana
Prenota
Da 5.50€