Mura di Pisa

Panoramica

Il camminamento in quota delle Mura di Pisa viene restituito alla città e ai suoi visitatori con 3km di percorso, 20.000 mq di verde e 4 punti di salita.

Orari d'apertura

  • da aprile a maggio e a settembre: dal lunedì alla domenica dalle ore 9.00 alle 19.00
  • marzo e ottobre: dal lunedì alla domenica dalle ore 9.00 alle 17.00
  • da giugno ad agosto:
    • lunedì, martedì, mercoledì e domenica dalle ore 9.00 alle 19.00
    • giovedì, venerdì e sabato dalle ore 9.00 alle 21.00
  • da novembre a febbraio: dal lunedì alla domenica dalle ore 10.00 alle 15.30
Il percorso chiude in caso di maltempo.
Le biglietterie chiudono 30 minuti prima

Regolamento di visita

  • Durante tutto il percorso in quota, il personale è autorizzato a richiedere l'esibizione del biglietto d'ingresso: si prega pertanto di conservarlo accuratamente fino al termine della visita.
  • Il camminamento e le varie strutture architettoniche che costituiscono il complesso monumentale storico presentano pavimentazioni irregolari "falsi gradini", porte di accesso con altezza ridotta: i visitatori devono prestare attenzione alle indicazioni di sicurezza. Non si risponde di eventuali danni a cose e persone derivanti da tali caratteristiche e alle conseguenze derivanti e/ o causate da vertigini. È vietato sporgersi dai parapetti, arrampicarsi sui parapetti sulle merlature e sulle strutture murarie.
  • Il personale di sorveglianza è responsabile della sicurezza del percorso e del buon andamento della visita: le indicazioni e le prescrizioni del personale di sorveglianza devono perciò essere attentamente seguite.
  • È vietato l'accesso ai minori di anni 18 non accompagnati da un adulto. Il percorso è PARZIALMENTE accessibile ai disabili.
  • È vietato imbrattare, scrivere, pitturare e comunque deturpare le strutture architettoniche del complesso delle mura urbane.
  • È vietato gettare rifiuti e oggetti sul camminamento e dal camminamento verso le aree esterne.
  • È vietato portare zaini di grandi dimensioni, trolley, valigie, bagagli ingombranti e tutto ciò che può rappresentare pregiudizio per la sicurezza dei visitatori o della struttura.
  • Nel caso di principio d'incendio, si raccomanda di conservare la calma. Se viene disposta l'evacuazione del percorso, occorre procedere disciplinatamente e con ordine rispettando le direttive del personale.
  • In caso di grande affluenza e in ogni situazione che possa compromettere la sicurezza delle persone o dei beni, si procederà alla chiusura temporanea degli ingressi, oppure alla modifica degli orari di apertura. Ci si riserva di adottare ogni misura necessaria, imposta dalle circostanze, per garantire la sicurezza delle persone o delle cose.
  • I danni causati dai visitatori, all'allestimento della struttura rimangono a carico del visitatore. Si declina ogni responsabilità per danni a persone e/o cose causati dal visitatore anche impropriamente.
  • I genitori o facenti funzione si assumono la responsabilità dei minori loro affidati per tutta la durata della permanenza sul percorso in quota.
  • All'interno del percorso in quota è vietato svolgere qualsiasi servizio a pagamento non autorizzato.
  • Nel tratto tra Torre Santa Maria e Porta Nuova e nelle torri di accesso/uscita è presente divieto di fumo (comprese sigarette elettroniche)
  • Lungo il percorso non possono essere abbandonati carte, lattine, bottiglie o altri rifiuti, se non negli appositi contenitori. È vietato gettare rifiuti e oggetti sul camminamento e dal camminamento verso le aree esterne.
  • È consentito l'accesso ai cani di piccola e media taglia solo se muniti di museruola e tenuti al guinzaglio. È obbligatorio da parte degli accompagnatori dei cani, raccogliere immediatamente le deiezioni canine con apposita paletta o sacchetto.
  • È consentito scattare fotografie e riprese video salvo nei tratti del camminamento indicati con apposito cartello di divieto, al fine di garantire il rispetto delle proprietà confinanti e riservatezza degli abitanti.
  • Ogni gruppo deve indicare il nominativo di un capogruppo. Per le scolaresche il/gli insegnante/i è/sono considerato/i responsabile del gruppo. Essi devono mantenere unito il gruppo e assicurarsi un comportamento conforme a quanto previsto dal presente regolamento.
  • A tutela dei partecipanti delle visite guidate, non è possibile partecipare o aggregarsi senza adeguato titolo (ricevuta di pagamento per visita guidata) alle medesime.
  • La non osservanza delle prescrizioni del presente regolamento potrà dare luogo all'allontanamento e, se del caso, all'avvio di procedure giudiziarie.
  • I visitatori possono segnalare eventuali osservazioni e/o reclami sull'apposito registro depositato in Biglietteria.
  • In caso di maltempo, in particolare vento forte e pioggia, il percorso verrà chiuso per motivi di sicurezza, anche il giorno stesso.

Accessibilità e punti di accesso

Sono disponibili 4 punti di accesso:

  • Torre Santa Maria (con affaccio su Piazza dei Miracoli); la torre si trova al fondo di Piazza dei Miracoli alle spalle del Camposanto vicino a Porta Nuova
  • Torre Piezometrica, interna al complesso universitario Fibonacci (ex Marzotto) con accessi da Via Buonarroti, via S. Francesco e via Vittorio Veneto
  • Torre Piazza delle Gondole
  • Torre Piazza del Rosso
Acessibilità: il percorso in quota è parzialmente accessibile. L'accesso per i visitatori diversamente abili si trova presso Torre Piezometrica, Piazza delle Gondole e Torre di Legno. Il percorso in quota è accessibile in autonomia dalla Torre di Legno alla Torre del Barbagianni e nell'intero tratto da Piazza Gondole a Porta Manin.

Come arrivare a Piazza dei Miracoli (Torre Santa Maria):
  • In auto: uscire al casello autostradale Pisa Centro, valido per l’A12 Genova-Livorno, proseguire sulla Strada di Grande Comunicazione FI-PI-LI e prendere l’uscita Darsena Pisana. Per chi proviene da Firenze tramite la strada di grande comunicazione FI-PI-LI l’uscita consigliata è quella Aurelia/Darsena. Parcheggio di interscambio Via Pietrasantina.
  • In treno: Stazione Pisa/San Rossore o Stazione Pisa Centrale + Lam Rossa - fermata via Cammeo/Piazza Manin.
  • Mezzi pubblici: dall’Aeroporto Lam Rossa fermata via Cammeo/Piazza Manin

Mura di Pisa

Nel XII secolo Pisa si trovava al centro di una zona in cui convergevano quattro aree di utenza del suo porto marittimo: la Versilia, la Lucchesia, la valle dell'Arno, la Maremma. Le strade, seguendo in generale le coste e le alture, erano lunghe, lente e impervie, quindi le vie più frequentate erano quelle d'acqua; il nucleo abitativo di Pisa nell'alto Medioevo si sviluppava, con andamento nord-sud, alla confluenza tra due fiumi, l'Auser e l’Arno; da qui la sua crescente importanza.

Epoca di costruzione delle mura medievali
La costruzione del primo lotto in prossimità del Duomo, in pietra tufacea, è del 1154. La prima fascia di calcare grigio, detto marmo di San Giuliano, a nord della città viene eretta dal 1154 al 1161. Le fasce successive della parte nord e tutta la parte sud vengono edificate in varie fasi, dal 1161 al 1346 (con pietra grigio rosata di Asciano). Ci sono ulteriori interventi nel corso del XV secolo e successivamente tra fine XIX secolo e inizio XX con demolizioni.

Dettaglio Prezzi

Orari

Share this Service