Museo e Certosa di San Martino

Visita la maestosa Certosa di San Martino in cima al colle Vomero, il punto più alto della città di Napoli

Panoramica

Visita la maestosa Certosa di San Martino in cima al colle Vomero, il punto più alto della città di Napoli. Oltre alle bellezze architettoniche del monastero e la ricca collezione del museo, ci sono delle fantastiche viste sulla città, la baia e la campagna circondante, col Vesuvio che regna supremo, e che fanno di una visita a San Martino un'esperienza indimenticabile.

DA SAPERE PRIMA DI PRENOTARE

IMPORTANTE: Dopo aver completato con successo una prenotazione, riceverete due e- mails: la copia del vostro ordine (immediatamente dopo averlo fatto) e la mail di conferma (un giorno lavorativo dopo). Per poter ricevere queste due mail, vi preghiamo di accertarvi di inserire correttamente il vostro indirizzo di posta elettronica e controllare che i filtri anti-spam o antivirus non blocchino le mail dal nostro indirizzo [email protected] Attenzione speciale da parte degli utenti di AOL, Comcast e Sbcglobal.net.

I voucher saranno anche disponibili, un giorno lavorativo dopo la richiesta, alla tua dashboard.

ATTENZIONE: se l'orario richiesto è esaurito, si confermerà automaticamente l'orario disponibile più vicino a quello richiesto (qualsiasi orario), nella stessa data.

Orari di apertura

Aperto da giovedì a martedì dalle 8:30 alle 19:30. Chiuso il mercoledì, 1 gennaio, 25 dicembre. La biglietteria chiude un’ora prima.

La prenotazione deve essere richiesta con almeno 1 giorno lavorativo di anticipo.

Politica di cancellazione

Una volta confermata la visita, è possibile cancellarla e rimborsare il costo dei biglietti non utilizzati meno il costo del servizio.

Museo e Certosa di San Martino

La Certosa di San Martino si trova sul colle Vomero vicino a Castel Sant'Elmo.<br/>

Carlo d'Angiò iniziò la costruzione del monastero nel 1325, assegnando i lavori agli architetti Francesco di Vito, Mazzeo di Malotto e Tino da Camaino, che furono terminati dalla regina Giovanna nel 1368. Intorno al 1580 il monastero fu ampliato e nel 1623 gli architetti Dosio e Fanzago iniziarono una ricostruzione quasi completa, facendo della chiesa il miglior esempio del barocco napoletano.<br/>

La Certosa include il cimitero dei monaci, il chiostro del procuratore, il grande chiostro e la chiesa. Nella volta si trova la cornice originale del secolo XIV, così come dei bei affreschi di Giovanni Lanfranco e dipinti di Caracciolo, Finoglia, Reni, Ribera e Stanzione. La cappella della Maddalena, il Coro dei Conversi, la sagrestia e l'affresco del Tesoro sono molto ben conservati.<br/>

Nel 1866 Giuseppe Fiorelli fondò il Museo Nazionale di San Martino. La sezione storica include dipinti, sculture, arredamento, medaglie, miniature, monete, decorazioni, arme e reliquie della storia politica, economica e sociale del regno di Napoli. La Galleria di Pittura contiene importanti opere della pittura napoletana dei secoli XVI e XVII.<br/>

Alcuni dei più importanti oggetti della collezione sono i presepi del 800.<br/>

Dettaglio Prezzi

Orari

Share this Service