Museo Pignatelli Cortes

Una villa patrizia conservata come quando era vissuta dalla Famiglia Pignatelli Cortes

Panoramica

Vivi l'epoca dorata di Napoli - visita la casa museo della famiglia Pignatelli Cortes. I preziosi oggetti e l'elegante arredamento sono proprio dove erano quando la villa era ancora abitata alla fine del secolo XIX. Non perderti questa rara occasione d'immergerti in un'epoca in cui Napoli era uno degli epicentri dell'arte e la cultura in Europa e nell'Italia dopo l'unità.

DA SAPERE PRIMA DI PRENOTARE

IMPORTANTE: Dopo aver completato con successo una prenotazione, riceverete due e- mails: la copia del vostro ordine (immediatamente dopo averlo fatto) e la mail di conferma (un giorno lavorativo dopo). Per poter ricevere queste due mail, vi preghiamo di accertarvi di inserire correttamente il vostro indirizzo di posta elettronica e controllare che i filtri anti-spam o antivirus non blocchino le mail dal nostro indirizzo [email protected] Attenzione speciale da parte degli utenti di AOL, Comcast e Sbcglobal.net.

I voucher saranno anche disponibili, un giorno lavorativo dopo la richiesta, alla tua dashboard.

ATTENZIONE: se l'orario richiesto è esaurito, si confermerà automaticamente l'orario disponibile più vicino a quello richiesto (qualsiasi orario), nella stessa data.

Orari di apertura

Aperto tutti i giorni dalle 8.30 alle 14. Chiuso martedì (eccetto durante la Settimana per la Cultura), Lunedì in Albis, 15 agosto.

La biglietteria chiude un’ora prima.

La prenotazione deve essere richiesta con almeno 1 giorno lavorativo di anticipo.

Museo Pignatelli Cortes

E’ un raro esempio di casa-museo; gli oggetti sono ancora nella loro collocazione originaria nelle stanze. La dimora principesca è legata al gusto e al prestigio delle famiglie aristocratiche che l’hanno abitata: gli Acton, i Rothschild e i Pignatelli.La Villa, armonioso ed elegante modello dell’architettura neoclassica napoletana, è stata progettata da Pietro Valente nel 1826. Il Museo fu realizzato nel 1955, quando la principessa Rosina Pignatelli donò il parco e la villa con arredi, suppellettili e collezioni allo Stato italiano. Il Museo raccoglie arredamenti, piccoli mobili dell’Ottocento, oggetti in argento, suppellettili in bronzo dorato, bronzetti e porcellane di diverse manifatture che mostrano l’interesse collezionistico dei Pignatelli per le arti applicate. Lo scalone conduce al piano superiore dove è esposta la collezione d’arte del Banco di Napoli con tesori che vanno dal Cinquecento all’Ottocento. Il piano interrato, totalmente ristrutturato, ospita convegni e mostre. In un padiglione in fondo al Giardino c’è il Museo delle carrozze.

Dettaglio Prezzi

Orari

Share this Service