Progetto Domus Aurea

Vivi il restauro in diretta!

Panoramica

Il cantiere della Domus Aurea riapre con degli innovativi interventi multimediali (videomapping su grandi superfici e la realtà virtuale), che si sviluppano lungo il percorso in dodici tappe della visita guidata: proiezione emozionale riguardante la storia della Domus Aurea nella galleria d'ingresso e realizzazione di una istallazione in realtà virtuale all’interno della Sala della volta dorata. L’effetto finale è un vero e proprio viaggio nel tempo, un corto circuito cognitivo ed emozionale del tutto nuovo nel panorama delle tecnologie applicate ai beni culturali.

MOLTO IMPORTANTE: Causa l'enorme quantità di richieste, l'ordine NON PUO' E NON DEVE ESSERE CONSIDERATO CONFERMATO FINO ALLA RICEZIONE DEL VOUCHER UN GIORNO LAVORATIVO DOPO LA RICHIESTA.

DA SAPERE PRIMA DI PRENOTARE

IMPORTANTE: Dopo aver completato con successo una prenotazione, riceverete due e- mails: la copia del vostro ordine (immediatamente dopo averlo fatto) e la mail di conferma (un giorno lavorativo dopo). Per poter ricevere queste due mail, vi preghiamo di accertarvi di inserire correttamente il vostro indirizzo di posta elettronica e controllare che i filtri anti-spam o antivirus non blocchino le mail dal nostro indirizzo [email protected] Attenzione speciale da parte degli utenti di AOL, Comcast e Sbcglobal.net.

I voucher saranno anche disponibili, un giorno lavorativo dopo la richiesta, alla tua dashboard.

ATTENZIONE: se l'orario richiesto è esaurito, si confermerà automaticamente l'orario disponibile più vicino a quello richiesto (qualsiasi orario), nella stessa data.

Panoramica

Il cantiere della Domus Aurea riapre con degli innovativi interventi multimediali (videomapping su grandi superfici e la realtà virtuale), che si sviluppano lungo il percorso in dodici tappe della visita guidata: proiezione emozionale riguardante la storia della Domus Aurea nella galleria d'ingresso e realizzazione di una istallazione in realtà virtuale all’interno della Sala della volta dorata. L’effetto finale è un vero e proprio viaggio nel tempo, un corto circuito cognitivo ed emozionale del tutto nuovo nel panorama delle tecnologie applicate ai beni culturali.

Progetto Domus Aurea

Vivere l’archeologia e la storia ad essa legata attraverso i lavori in corso, poterne apprezzare la crescita e gli sforzi e permetterne una fruizione adeguata, è quanto ci si propone con l’apertura della Domus Aurea. Non più "chiuso per restauro" ma "Aperto per restauro", questa la nuova filosofia che permetterà ai visitatori di conoscere le problematiche inerenti i fattori di degrado e le tecniche di restauro del sito archeologico e dei suoi dipinti, di rendersi conto dello stato d’opera dei lavori in corso e di come già alcuni degli spazi appaiano migliorati dopo i primi interventi.

Dopo il famoso incendio del 64 DC, dove la casa di Nerone, la Domus Transitoria, fu distrutta, l’imperatore ordinò la costruzione della più fantastica residenza imperiale mai costruita a Roma. Nerone usò una grande parte del centro di Roma per questo progetto, chiamato Domus Aurea. Il complesso è costruito sul Colle Esquilino, ma col tempo si estese sopra un quarto della città, coprendo anche i Colli Celio e Palatino.

Su una superficie di 100 ettari, Nerone costruì verande, palazzi, terme (di acqua di mare e sulfurea), giardini, vigneti e foreste piene di animali domestici e selvaggi. Intorno al lago centrale (lo Stagnum Neronis), gli architetti Severo e Celere costruirono edifici decorarti con centinaia di statue saccheggiate in Grecia e Asia Minore, e una imponente statua di 30 metri dell’imperatore chiamata il Colosso, da cui prese il nome il Colosseo.

Le rovine più importanti della Domus formano un nucleo edilizio da circa 150 ambienti, articolati attorno alla sala a pianta ottagonale, vero e proprio fulcro di tutto il complesso, esteso sulla fronte per una lunghezza di circa 400 metri. Gli ambienti, costruiti in opera laterizia, sono per la maggior parte coperti da volte a botte di altezza variabile tra i 10 e gli 11 metri.

Il settore occidentale è caratterizzato da un cortile - giardino a pianta rettangolare, circondato da un portico di ordine ionico, lungo i lati del quale si distribuiscono le sale che alcuni ritengono formare il settore privato della residenza di Nerone. A questo settore appartengono alcuni degli ambienti più famosi, come la Sala della volta delle civette (così detta dai motivi decorativi della volta) e il Ninfeo di Ulisse e Polifemo, che trae il suo nome dal soggetto a mosaico riprodotto al centro della volta.

Assai più articolato il settore orientale, centrato sulla sala a pianta ottagonale e sui due grandi cortili poligonali aperti ai lati di questa. In questo settore del Palazzo sono conservate la Sala della volta dorata, con la sua sfarzosa decorazione a stucchi policromi, la Sala di Achille a Sciro, e la Sala di Ettore e Andromaca.

La mancanza di porte, di latrine, di ambienti di servizio e dei sistemi di riscaldamento fanno escludere il carattere residenziale del padiglione del colle Oppio, riservato probabilmente solo allo svago e all'ozio dell'imperatore e dei suoi ospiti, in una cornice ricca di bellezze naturali e di opere d'arte.

Riscoperta durante il Rinascimento, la Domus Aurea fu visitata per molti artisti, come Raffaello, che credevano all’inizio si trattasse di una specie di grotta mistica, da cui deriva la parola grottesco, usata per descrivere i suoi tentativi di imitare questo stile di pittura nel proprio lavoro.

Orari di apertura

Il “Progetto Domus Aurea” offre ai visitatori visite guidate al cantiere di restauro della Domus Aurea come segue:

- Date e giorni: ogni sabato e domenica
- Orari d'apertura: ogni 15 minuti dalle 9:15 alle 15:45
- Durata: 75 minuti
- Gruppi di massimo 23 persone
- Lingue:
italiano
inglese (12:00, 14:00 e 15:30)
spagnolo (14:30)
francese (12:45)

MOLTO IMPORTANTE: Causa l'enorme quantità di richieste, l'ordine NON PUO' E NON DEVE ESSERE CONSIDERATO CONFERMATO FINO ALLA RICEZIONE DEL VOUCHER UN GIORNO LAVORATIVO DOPO LA RICHIESTA.

Note importanti per la visita

Il nuovo progetto di visita prevede due interventi volti a ampliare la fruizione da parte del pubblico con l’utilizzo di installazioni multimediali che fanno uso delle più recenti tecnologie, come il videomapping su grandi superfici e la realtà virtuale.
Attenzione: l’utilizzo dell’apparecchio Oculus Rift è sconsigliato per periodi prolungati da parte di bambini di età inferiore ai 13 anni mentre è totalmente sconsigliato da parte di persone affette da epilessia o da gravi patologie oculari.

- I filmati del percorso multimediale delle visite in francese e spagnolo saranno in lingua inglese o italiana.
- La visita alla Domus Aurea riguarda il solo cantiere di consolidamento.
- Il sito è accessibile esclusivamente con visita guidata con prenotazione obbligatoria.
- Si consiglia l’utilizzo di scarpe comode e di giacche a vento.
- Il percorso è parzialmente fruibile ai disabili con sedia a rotelle.
- Il sito potrebbe essere chiuso al pubblico su indicazione della Soprintendenza anche il giorno stesso della visita.
- I gruppi, guidati esclusivamente dall’operatore didattico, sono tenuti ad osservare gli stessi stazionamenti e la stessa tempistica. Durante la visita, i partecipanti devono rimanere in gruppo e seguire le indicazioni dell’operatore. Non è consentito staccarsi dal gruppo e svolgere la visita individualmente. In caso di ritardo, non sarà possibile svolgere la visita e il servizio non potrà essere rimborsato.

La prenotazione deve essere richiesta con almeno 1 giorno lavorativo di anticipo.

Politica di cancellazione

Una volta confermata la visita, non è possibile cancellarla nè modificarla.

Dettaglio Prezzi

Orari

Share this Service