Teatro al Museo: rassegna di teatro d'immagine per bambini

Teatro al Museo: rassegna di teatro d'immagine per bambini

8 appuntamenti la domenica pomeriggio coinvolgeranno fino al 15 aprile i più piccoli. Gli spettacoli della rassegna Teatro al Museo propongono un percorso tra le diverse espressioni del teatro d’immagine, tra ombre, marionette a filo e da tavolo, burattini, oggetti, senza dimenticare il teatro d’attore. Attraversa tutti gli spettacoli il desiderio di sperimentare il linguaggio del teatro contemporaneo su elementi del repertorio tradizionale, non soltanto siciliano, ancora oggi grande fonte di ispirazione, nell’intento di creare elaborazioni originali in grado di parlare del nostro mondo.

Museo Internazionale delle Marionette Antonio Pasqualino
Piazzetta Antonio Pasqualino, 5, Traversa Via Butera - Palermo

Programma:

15 ottobre 2017_ore 18.30
Le Fiabe Giapponesi
Chiara Guidi/ Societas (Cesena)

5 novembre 2017_ore 17.30
P3 Coordinate popolari, 1° capitolo: U' pappaiaddu ca cunta tri cunti
Associazione Babel e Museo Pasqualino (Palermo)

26 novembre 2017_ore 17.30
Aida è servita
Il dottor Bostik (Torino)

10 dicembre 2017_ore 17.30
Pulcinella
Gaspare Nasuto (Napoli)

7 gennaio 2018_ore 17.30
Anna
La bottega di Mastro Porpora (Enna)

11 febbraio 2018_ore 17.30
Out
Unterwasser (Roma)

18 marzo 2018_ore 17.30
Il cavallo fatato
La bottega dell'invisibile (Catania)

15 aprile 2018_ore 17.30
Angelica e le comete
Compagnia Brigliadoro e Alfonso Prota (Palermo)

Il biglietto include la visita al Museo.

IMPORTANTE: Dopo aver completato con successo una prenotazione, riceverete due e- mail: la copia del vostro ordine (immediatamente dopo averlo fatto) e la mail di conferma (un giorno lavorativo dopo). Per poter ricevere queste due mail, vi preghiamo di accertarvi di inserire correttamente il vostro indirizzo di posta elettronica e controllare che i filtri anti-spam o antivirus non blocchino le mail dal nostro indirizzo [email protected]

Politica di cancellazione: è possibile cancellare con almeno 2 giorni di preavviso per ricevere il rimborso del costo dei biglietti, meno il costo del servizio. Cancellazioni successive e no show non sono rimborsabili.

Le prenotazioni devono essere effettuate almeno 2 giorni lavorativi prima dello spettacolo.

Come arrivare:

  • A piedi: da Piazza Marina, percorrete la Salita dell'Intendenza (a destra di Palazzo Steri) e svoltate nella seconda traversa a destra (Vicolo Niscemi). Dopo poche centinaia di metri troverete alla vostra destra il Museo.
  • In automobile: venendo dall'autostrada A29, ovvero, dall'aeroporto Falcone Borsellino di Punta Raisi): dirigersi verso Palermo e, una volta entrati in città, svoltare in corrispondenza della rotonda di Corso Calatafimi-Piazza Indipendenza. Percorrere Corso Calatafimi in direzione di Piazza Indipendenza e una volta giunti nella piazza imboccare Corso Vittorio Emanuele passando sotto Porta Nuova. Proseguire fino a Piazza Marina. Svoltare in Piazza Marina e, giunti all'altezza di Palazzo Steri, imboccare la Salita dell'Intendenza. Svoltare alla seconda traversa a destra. E' consigliabile parcheggiare in Piazza Marina o al Foro Umberto Primo.
  • In autobus: da Piazza Indipendenza, n. 105; dalla Stazione Centrale (Piazza Giulio Cesare), n. 225. Le informazioni fornite sono state reperite sul sito dell'Amat. Per eventuali variazioni o per conoscere il percorso da punti di partenza diversi da quelli indicati, si prega di consultare la mappa dei trasporti attraverso il seguente link: http://www.amat.pa.it/nuova_rete/mappa_linee_esistenti.pdf oppure visitando il sito dell'Amat: http://www.amat.pa.it/. In questo caso cliccare su "Mappa linee esistenti", sulla destra.

Inaugurano la rassegna Chiara Guidi e il musicista Giuseppe Ielasi il 15 ottobre alle 18.30 con le Fiabe giapponesi. A partire da alcune fiabe tradizionali giapponesi si arriverà a costruire una performance con l’attivo coinvolgimento dei piccoli spettatori. Chiara Guidi, cofondatrice della Socìetas Raffaello Sanzio, è creatrice di originali forme di teatro per e con l’infanzia che hanno generato un “teatro d’arte infantile” conosciuto non solo in Italia e in Europa ma anche in paesi come Giappone, Cile, Australia, Taiwan, Corea. In collaborazione con il Festival Teatro Bastardo, Fiabe Giapponesi è una creazione site- specific che permetterà ai bambini di sperimentare in prima persona l’esperienza della creazione, con l’ausilio di diversi materiali e oggetti di scena.

Continuiamo il 5 novembre alle ore 17.30 con 'U pappaiaddu ca cunta tri cunti dell’Associazione Babel. La fiaba di Giuseppe Pitré diventa qui occasione di narrare una mondo fantastico intriso di immaginazione, reso attuale dalla forte carica visiva generata dal live painting che fa del teatro una pagina bianca da scrivere, disegnare, reinventare all’interno di una performance che restituisce l’attualità del mondo fiabesco di Pitrè.

Il 26 novembre alle 17.30 sarà la volta di una storica compagnia del teatro di figura italiano, Il dottor Bostik, da Torino, che propone con Aida è servita, un’inedita versione dell’Aida di Giuseppe Verdi, definito come “il più sontuoso kolossal teatrale mai immaginato”. I temi centrali e attualissimi dell’opera - come il conflitto etnico e religioso- emergono grazie alle potenzialità del moderno teatro di figura, col suo straniamento antinaturalistico e umoristico. Ed ecco che gli oggetti d’uso comune sul tavolo di un ristorante si trasformano nei protagonisti della storia, in un gioco tra cantanti e animatori alla ricerca della leggerezza.

Proseguiamo il 10 dicembre alle 17.30 con il Pulcinella di Gaspare Nasuto, da Napoli, oggi considerato tra i grandi interpreti e autori dell’Arte delle Guarattelle, i burattini a guanto napoletani che dal 1500 hanno intrattenuto il pubblico delle piazze. Con il suo Pulcinella “immortale”, attuale e coinvolgente, Nasuto porta in scena le storie di oggi. Un’esclusiva e sorprendente tecnica di movimento dei burattini e la potenza recitativa rendono gli spettacoli performance teatrali incredibilmente moderne, in cui protagonisti indiscussi sono l’esuberanza, il disincanto, ma anche l’ironia e la generosità che hanno fatto di Pulcinella un simbolo universale della napoletanità.

La giovane compagnia di teatro La bottega di Mastro Porpora èin scena il 7 gennaio alle 17.30 con Anna, spettacolo selezionato dal Premio Scenario 2017, presentato in prima nazionale. Lo spettacolo èla storia di un viaggio metamorfico popolato da mostri che si esprimono in metro e in rima, durante il quale però una sorta di Grillo parlante insegnerà ad Anna, e agli spettatori,  a scovare delle torce sempre più grandi e chiare, che faranno luce sulle inquietudini di ognuno di noi, spegnendole.

Un’altra originalissima fiaba di formazione è quella raccontata da Out, della compagnia Unterwasser di Roma. Opera poetica per adulti e bambini, Out è un viaggio iniziatico che conduce lo spettatore fuori dalla casa, metafora delle certezze, per metterlo in relazione col mondo e con i suoi inevitabili contrasti, alla scoperta del sé e dell’Altro. Ombre, oggetti e forme di varie dimensioni e natura ricreano un mondo meraviglioso, costruito interamente in modo artigianale, che fa da scenario alle avventure del protagonista che senza parole esprime sentimenti e significati attraverso il gesto e il suono.

Ancora un’importante presenza musicale in Il cavallo fatato di La bottega dell’Invisibile in programma il 18 marzo alle 17.30. I due attori-musici in scena rielaborano il repertorio di fiabe tradizionali siciliane in uno spettacolo di teatro di figura che si rifàalla tradizione dei cantastorie siciliani, capace ancora oggi di appassionare e coinvolgere i ragazzi (e gli adulti) abituati alla tecnologia ed agli effetti speciali moderni.

L’antica tradizione dell’Opera dei pupi siciliana chiude la stagione il 15 aprile alle 17,30 nella messinscena di Angelica e le comete che il contafavole e regista Alfonso Prota e il puparo Salvo Bumbello hanno tratto dall’ultimo libro di Fabio Stassi (Sellerio editore). Lo spettacolo è un originale esperimento in cui lo scrittore e il narratore si trasformano in marionette in un gioco di specchi, tra realtà e illusione, tra attori in persona e attori in legno, in cui tutto viene restituito alla verità dalla magia di un teatrino ambulante.

Biglietti:

  • Biglietto a prezzo intero
  • Biglietto ridotto (studenti)

ATTENZIONE: L'ingresso al sito prenotato è vietato senza la presentazione del voucher o biglietto. La presentazione della copia dell'ordine non dà diritto all'ingresso. Non sono previste eccezioni a questa regola.
Organizzazione Tecnica 500 Touring Club Provided by 500 Touring Club
Prenota
Da 2.50€