Reggia e Giardini di Venaria

un grandioso esempio di arte barocca immersa nei giardini alla francese

Panoramica

Reggia di Venaria
Piazza della Repubblica 4 - Venaria Reale (TO)

La Reggia di Venaria, grandioso esempio di arte barocca immersa nella bellissima cornice del suo omonimo borgo e dei suoi Giardini alla francese, dove hanno lasciato il segno importanti architetti, da Amedeo di Castellamonte a Juvarra.

Politica di cancellazione

Una volta confermata la visita, è possibile cancellarla fino a tre giorni lavorativi prima e rimborsare il costo dei biglietti non utilizzati meno il costo del servizio. Cancellazioni successive e no show non sono rimborsabili.

DA SAPERE PRIMA DI PRENOTARE

IMPORTANTE: Dopo aver completato con successo una prenotazione, riceverete due e- mails: la copia del vostro ordine (immediatamente dopo averlo fatto) e la mail di conferma (un giorno lavorativo dopo). Per poter ricevere queste due mail, vi preghiamo di accertarvi di inserire correttamente il vostro indirizzo di posta elettronica e controllare che i filtri anti-spam o antivirus non blocchino le mail dal nostro indirizzo [email protected] Attenzione speciale da parte degli utenti di AOL, Comcast e Sbcglobal.net.

I voucher saranno anche disponibili, un giorno lavorativo dopo la richiesta, alla tua dashboard.

ATTENZIONE: se l'orario richiesto è esaurito, si confermerà automaticamente l'orario disponibile più vicino a quello richiesto (qualsiasi orario), nella stessa data.

Orari di apertura

> Reggia e mostre

  • Da martedì a venerdì: dalle ore 9 alle 17 (ultimo accesso 1 ora prima circa)
  • Sabato, domenica e festivi: dalle ore 10 alle 18:30 (ultimo accesso 1 ora prima circa)
  • Chiuso il lunedì (tranne eventuali giorni Festivi, escluso Natale, che hanno gli stessi orari della domenica), 24 e 25 dicembre. La Reggia chiude a febbraio e la prima metà di marzo.

> Giardini: da martedì a domenica, come segue (ultimo accesso 1 ora prima circa):

  • dal 19 marzo:
    • da martedì a venerdì, dalle ore 9 alle 17;
    • sabato e domenica, dalle ore 9 alle 18.30
  • da aprile a giugno:
    • da martedì a domenica e festivi: dalle ore 9 alle 18.30
  • da luglio al 14 agosto:
    • da martedì a giovedi: dalle ore 10 alle 15:00
    • da venerdì a domenica e festivi: dalle ore 10 alle 19:30
  • dal 15 agosto al 2 ottobre:
    • da martedì a venerdì: dalle ore 10 alle 18;
    • sabato, domenica e festivi: dalle ore 10 alle 19.30
  • dal 4 ottobre:
    • da martedì a venerdì: dalle ore 9 alle 17;
    • sabato, domenica e festivi: dalle ore 9 alle 18.30
  • novembre, dicembre 2016 e gennaio 2017:
    • da martedì a domenica e festivi: dalle ore 9 alle 16
  • Chiusi il lunedì (tranne eventuali giorni Festivi, escluso Natale), 24 e 25 dicembre. I Giardini chiudono a febbraio e la prima metà di marzo.

La prenotazione deve essere richiesta con almeno 1 giorno lavorativo di anticipo.

Accesso a Reggia e Giardini


In via provvisoria, in attesa di completare tutti i passaggi privi di barriere architettoniche tra la Reggia ed i Giardini, le possibilità di ingresso al complesso della Venaria in forma autonoma per persone diversamente abili, per carrozzine o passeggini, sono le seguenti:

Reggia

Ingresso da piazza della Repubblica: per il passaggio dal piano interrato al piano primo è possibile utilizzare l’ascensore situato dopo la sala 14. Per l’uscita dalla Reggia c’è la possibilità di utilizzare l’ascensore dedicato situato all’uscita della Cappella di Sant’Uberto sulla destra oppure, richiedendo l’ausilio del personale di custodia, si può uscire direttamente su piazza della Repubblica, sempre dalla Cappella di Sant’Uberto.

Giardini

L’accesso principale, previsto da viale Carlo Emanuele II, è in piano e prevede percorsi in ghiaia. Per chi lo desidera e ne abbia i requisiti, è possibile utilizzare, a richiesta e se disponibili, alcuni elettroscooter. Anche l’accesso da via don Sapino è privo di barriere architettoniche. Per l’accesso da piazza della Repubblica attraverso la Torre dell’Orologio: è possibile raggiungere i Giardini oltrepassando la Corte d’onore e costeggiando la Reggia di Diana sulla destra. Se si volesse invece accedere da via Castellamonte, è necessario richiedere l’intervento del personale di custodia per l’apertura del cancello posto sulla rampa all’angolo con piazza della Repubblica.

Come arrivare

In auto o bus privati

I principali parcheggi a ridosso del complesso della Venaria Reale sono:

  • Parcheggi Castellamonte e Carlo Emanuele II (in parte in fase di cantiere): nei pressi di via Castellamonte e del viale Carlo Emanuele II che conduce al Parco La Mandria, raggiungibili anche da tangenziale di Torino Nord, uscita Venaria / "La Venaria Reale - Reggia e Giardini"). Carlo Emanuele II recomendado para autobuses privados.
  • Parcheggio Juvarra: via Don Sapino, raggiungibile anche da tangenziale di Torino Nord, uscita Savonera / "La Venaria Reale - Scuderie Juvarriane")

In treno

Linea Torino Dora-Ceres (fermata Venaria, viale Roma).

Con bus di linea e navette dedicate

  • Linea dedicata GTT Venaria Express
  • Autobus GTT: linee 72, 11

In aereo

Scalo aeroportuale “Sandro Pertini” di Caselle Torinese, poi via Superstrada per Torino o via ferrovia Torino-Ceres

Reggia e Giardini di Venaria

L'incantevole scenario degli spazi seicenteschi con la Sala di Diana, l'eleganza della Galleria Grande con le musiche composte appositamente da Brian Eno, la solennità della Cappella di Sant'Uberto, opere settecentesche di Filippo Juvarra, le fastose decorazioni unitamente a Ripopolare la Reggia, il suggestivo allestimento sulla vita di corte di Peter Greenaway, rappresentano la cornice ideale del Teatro di Storia e Magnificenza, il percorso espositivo della Reggia sulla storia e l'arte sabauda che accompagna il visitatore lungo quasi 2.000 metri, tra piano interrato e piano nobile.

Si possono visitare gli affascinanti Appartamenti della Duchessa Maria Giovanna Battista di Savoia Nemours, la seconda Madama Reale alla quale, con i simboli della dea Diana, è dedicata tutta la Reggia.

Importanti dipinti, la citazione dell'Alcova, ambienti inediti restaurati, la presenza del servizio di toeletta e di altri arredi appartenuti alla Duchessa e al consorte il Duca Carlo Emanuele II, gli arazzi che completano l'intero ciclo della manifattura di Bruxelles con le Cacce di Diana e Apollo, la serie pittorica sulle Residenze Sabaude e quella superba delle Muse di Antiveduto Gramatica, sono alcuni dei nuovi inserimenti che arricchiscono queste preziose sale del Seicento.

Da non perdere la raffinata Quadreria del Principe Eugenio di Savoia negli Appartamenti della Principessa Ludovica, sorella del Duca Carlo Emanuele II, che cita la presenza della collezione dei dipinti un tempo alla Venaria: 60 opere del XVII secolo provenienti dalla Galleria Sabauda, tra cui capolavori di Reni, Albani, Cignani, Van Dyck, Brueghel e altri rinomati maestri della pittura fiamminga e olandese.

Anche le sale dell'Appartamento Reale di Vittorio Amedeo II si presentano con importanti acquisizioni: le grandi anticamere del percorso cerimoniale che precedono la Galleria Grande consentono di far rivivere la loro funzione originaria con l'inserimento di sculture, divani, sgabelli e panche d'epoca, oltre a far godere nuovamente, come in passato, del magnifico panorama sull'enfilade dei Giardini con l'inaugurazione della Terrazza della Regina verso il Parco alto.

Gli ambienti che terminano il percorso di visita sono dedicati a Ombre e luci: la Fabbrica del Restauro, la storia degli ultimi due secoli della Reggia raccontata attraverso la rievocazione del periodo militare e dell'abbandono, il dibattito culturale sul recupero funzionale e le nuove destinazioni d'uso, gli interventi di recupero, fino alla rinascita della fine anni Novanta avvenuta con il complesso lavoro del “Progetto La Venaria Reale”, il più rilevante cantiere d'Europa per i beni culturali, che ha portato alla grande inaugurazione del 2007.

Ulteriori spazi allestiti nelle Botteghe del Cortile delle Carrozze ospitano la descrizione delle tecniche applicate, la storia e teoria del restauro, i materiali sperimentali sviluppati e portati a produzione.

Dettaglio Prezzi

Orari

Share this Service